Monito

Ho imparato… che nessuno è perfetto… Finché non ti innamori.
Ho imparato… che la vita è dura… Ma io di più!!!
Ho imparato… che le opportunità non vanno mai perse. Quelle che lasci andare tu… le prende qualcun altro.
Ho imparato… che quando serbi rancore e amarezza la felicità va da un’altra parte.
Ho imparato… che bisognerebbe sempre usare parole buone… perché domani forse si dovranno rimangiare.
Ho imparato… che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
Ho imparato… che non posso scegliere come mi sento… Ma posso sempre farci qualcosa.
Ho imparato… che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno… ti ha agganciato per la vita.
Ho imparato… che tutti vogliono vivere in cima alla montagna….Ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.
Ho imparato… che bisogna godersi il viaggio e non pensare solo alla meta.
Ho imparato… che è meglio dare consigli solo in due circostanze… Quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.
Ho imparato… che meno tempo spreco… più cose faccio.

Eliot, Pound, Nin, Seneca

Solo coloro che rischiano di spingersi troppo lontano possono al limite scoprire quanto lontano si possa andare.
T.S. Eliot

Se un uomo non è disposto a correre dei rischi per le proprie idee,
o esse non valgono nulla,
o è lui a non valere nulla.
E. Pound

… e venne il giorno in cui il rischio di rimanere chiuso in un bocciolo,
divenne più doloroso del rischio di sbocciare.
A. Nin

Non puoi scoprire nuovi oceani, fino a quando non hai il coraggio di perdere di vista la spiaggia.
Anonimo

non è perchè le cose sono difficili che non osiamo,
è perchè non osiamo che sono difficili
Seneca

Un altra bici…

mailgooglecom1Sabato 28 Marzo… la domanda è: “che cosa faccio?”. Preso da un dilemma amletico che dura 30 lunghissimi secondi, rubo un’altra bici (se un poliziotto mai leggerà il mio blog mi aspetto visite a casa a breve!). Io ho provato a comprarla, ma il cartello con la proposta di acquisto è rimasto sulla bici tre settimane e nessuno si è fatto vivo ed io gli ho scavallato la bici! :-)

Oviamente i lavori incominciano subito, tanto che la sera stessa vado a comprare anche degli attrezzi che penso mi potranno essere utili. Infatti la catena riesco a toglierla in un secondo… anche se… piccolo particolare la ruggine ha letteralmente incollato il manubrio! Come fare per “scollarlo”? Incomincio con le prove di base, una martellata qua e là, un po’ di WD40, un po’ di leve e ancora tante martellate e come ciliegina sulla torta ho scaldato la parte con una fiamma da 800 gradi che usavo per saldare quando facevo l’orafo… niente! La forza dell’amore tra la forcella e la pipa è ineguagliabile!!!mailgooglecom2

Ora il piano di battaglia è il seguente:

  1. sego la pipa per estrarre la forcella
  2. prendo il mozzicone e lo metto in immersione nella Coca-Cola (marchio registrato)
  3. prendo un trapano con punta da acciaio e faccio un buco passante nel mozzicone della pipa
  4. metto la forcella in morsa con due pezzi di legno per non rovinare la forcella
  5. metto un grosso cacciavite nel buco passante preventivamente fatto per fare leva
  6. scaldo con la fiamma ossidrica e cerco di ruotare il pezzo con l’enorme cacciavite

se non viene fuori BUTTO LA FORCELLA!!!!!!!!!